home

 

indietro

1200X800

Sea&Sea Motor Marine 35 collezione personale Fabio Carnovale

Nel 1972 nasce in Giappone la Sea&Sea: il primo prodotto Ŕ il flash Yellow Sub-32 Il nome deriva dalla celeberrima canzone dei Beatles "Yellow Submarine" e il colore dei prodotti di questa casa non pu˛ che essere giallo!

Nel 1981 la Sea&Sea mette in produzione la prima macchina fotografica stagna: la Pocket Marine 110 SE, compattina con pellicola formato ridotto, giÓ motorizzata.

Nel 1983 produce la Motor Marine 35 SE, la prima 35mm anfibia motorizzata, compatta con piccolo flash a torcia dedicato, Ŕ destinata ad uso prettamente amatoriale.

Nel 1989 mette in produzione la Motormarine II, fotocamera anfibia in stile Nikonos, motorizzata ma con ottica fissa.

Nel  1992, la compattina 35 SE si evolve nella  35 MX-10.

Nel 1995 esce la Motormarine II EX,  che costituisce l'evoluzione, con l'automatismo TTL del flash, del modello II.

1200X800

Sea&Sea Motor Marine 35 MX 10 con flash YS-40A  collezione personale Fabio Carnovale

In alto Ŕ rappresentato il modello MX 10 corredato del suo piccolo flash: come si vede sulle etichette l'importatore della Sea& Sea era, ed Ŕ tutt'ora, la Fraco Sub, la cui "anima" Ŕ Pino Tessera, fondatore del Sub Center di Milano, costruttore delle custodie degli anni '70 Paguro e Skat (vedi le pagine dedicate).

1200X800

Sea&Sea Motor Marine II EX  collezione personale Fabio Carnovale

  La Motormarine II EX Ŕ molto simile al suo precedente modello, la Motormarine II, l'evoluzione consta nell'automatismo TTL del flash.

Il modello II EX qui rappresentato, denota la volontÓ della Sea&Sea, giÓ produttrice di eccellenti flash (anche, e sopratutto dedicati alla Nikonos V) e obiettivi (questi esclusivamente dedicati alla Nikonos in quanto le proprie, essendo a obiettivo fisso accettano solo aggiuntivi ottici), di contrastare la Nikon sul livello professionale. In effetti la Motormarine II EX si pu˛ considerare un ibrido: presenta un vantaggio rispetto alla Nikonos, di cui ricorda anche la forma, costituito dalla motorizzazione, ma presenta uno svantaggio nella non intercambiabilitÓ delle ottiche. Questo limite pu˛ tramutarsi in pregio qualora si abbia la necessitÓ di variare la focale sott'acqua, applicando gli aggiuntivi wide o macro. Il corpo Ŕ interamente in plastica.

Vi Ŕ la disponibilitÓ di flash professionali di prim'ordine come lo YS 300 TTL, dedicati a questa macchina, ma la "veste" consumer dell'apparecchio, che presenta anche il piccolo flash incorporato, non utilizzabile in acqua, non fa presa sui professionisti e sui dilettanti evoluti, che le preferiscono la Nikonos. Si tratta comunque di una fotocamera di tutto rispetto, a cui Ŕ seguita, nel 2003, la Motormarine III.

 
   
 

Dati tecnici:

Obiettivo fisso mm 35 f 3,5  (ma con la possibilitÓ di applicazione di aggiuntivi macro e grandangolo)  

Fuoco manuale stimato

Apertura massima diaframma: 3,5

Apertura minima diaframma: 22

Tempi:da 1/15 a 1/125

Attacco per flash esterno TTL

Avanzamento pellicola motorizzato

Alimentazione: 2 batterie AA

Produzione: dal 1995.

 

 
   
  Tramite gli aggiuntivi wide e macro (nella foto) innestabili a baionetta sott'acqua, si pu˛ variare la focale in immersione.  
   
 

La chiusura del dorso, stile Nikonos V, Ŕ assicurata da un O-ring (in silicone) lavorante sul perimetro.